Kiev, un viaggio alla scoperta della capitale ucraina!

capitale ucraina

Anche se non rappresenta una delle mete più gettonate da parte dei flussi turistici di massa – eccezion fatta, forse, per gli esperti e gli utenti di escort4you.xxx, che ben sono in grado di apprezzare le “bellezze” locali! – Kiev è una destinazione davvero molto interessante per trascorrere qualche giorno alternativo e di grande appeal.

In particolare, tra le tante cose da ammirare in città, non potete che partire da Pechersk Lavra, un enorme complesso religioso che ha più di 1000 anni ed è inserito nella lista del patrimonio mondiale dell’UNESCO. Fin dalla fondazione, è stato il centro della Chiesa Ortodossa Orientale in questa parte di Pianeta, e i suoi monasteri sono incredibilmente belli, con le cupole dorate che brillano al sole. Gli interni, poi, sono ancora meglio: i ricchi ornamenti fanno infatti da biglietto da visita a diverse attrazioni speciali, come le tombe dei monaci situate nei corridoi sotterranei. Per ammirare la grandezza e l’enormità di Lavra è poi meglio andare dall’altra parte del fiume Dnieper, da dove la vista è mozzafiato.

Un’altra destinazione a nostro giudizio imperdibile è il Museo della Grande Guerra Patriottica, che si trova proprio accanto a Pechersk Lavra. È una sorta di “parco” ricco di macchine da guerra: carri armati, auto, aerei, monumenti sovietici e canzoni di guerra suonate sullo sfondo.

Altro luogo che merita una visita è sicuramente Maidan Nezalezhnosti, Piazza dell’Indipendenza, centro di Kiev e luogo dove si svolgono i principali eventi della città. La più nota è stata la Rivoluzione arancione del 2004, e la successiva rivoluzione del 2014, che hanno fatto conoscere al mondo intero questa zona. Maidan è peraltro circondata da edifici piuttosto imponenti, esempi di architettura sovietica tipica dell’epoca di Stalin. La vista migliore della Piazza è dal ponte e dalla piattaforma panoramica accanto all’Hotel Ukraine.

Ricordiamo poi che la strada principale che parte da Maidan Nezalezhnosti è la Khreshchatyk. Una via piuttosto larga, con 4 corsie per senso di marcia, e una lunghezza di oltre 1 km. Si tenga conto che la strada è stata completamente distrutta durante la seconda guerra mondiale, ma è stata ricostruita in stile sovietico nel dopoguerra. Sebbene aperta al traffico nei giorni feriali, nei fine settimana chiude e diventa una zona pedonale. Tutte le principali istituzioni si trovano lì: dal Municipio cittadino ai ministeri, non sfugge il fatto che Khreshchatyk sia nella lista delle 20 strade più costose d’Europa.

Infine, chiudiamo con uno sguardo alla Cattedrale di Santa Sofia e al Monastero di San Michele. Guardando Maidan Nezalezhnosti dalla piattaforma panoramica si possono vedere cupole dorate sul retro: ebbene, è proprio questo il modo migliore per riconoscere questa Cattedrale, ben presente nella lista del patrimonio mondiale dell’UNESCO. Il complesso non è grande come Pechersk Lavra, ma è costituito da diversi edifici, tra cui la Cattedrale e il Campanile. Non lontano da Santa Sofia si può vedere un’altra cupola dorata e splendente, che appartiene al Monastero di San Michele: considerata anche la gratuità dell’ingresso, val sicuramente la pena entrare!

Condividilo!

Leave a comment

Your email address will not be published.


*